NEWS: 59 alla terza – quarto giorno!

“Carpe diem” dicevano i latini e io oggi quell’attimo l’ho colto e così se ne è andato anche day 4, una giornata caratterizzata da un’ora di pioggia battente che fortunatamente ha lasciato posto nel pomeriggio a un bel sole.
Tre partenti al via tra i quali Maria Grazia Montabone, vincitrice della corsa in rosa ieri e che oggi si è portata a casa il premio per la piazza d’onore, sopravanzando il terzo classificato, l’indiano Pandian che ha chiuso in un’ora più di me (6h.15), rispettando così ampiamente il tempo limite di 6h.30 che tanto l’aveva preoccupato alla vigilia.
Maria Grazia tra l’altro con questa apparizione balza in testa alla classifica generale, contando già tre gare concluse in soli quattro giorni.
Tra le curiosità di giornata come non segnalare l’aumento di curiosi che vengono al parco per farmi complimenti, scattare una foto col telefonino mentre passo, fino ai due, mamma e figlio, che al termine della giornata hanno voluto a tutti i costi aiutare i volontari dell’organizzazione a ritirare i materiali utilizzati durante la gara.
59 alla terza racconta poi storie di amicizia, come quelle di Giorgio, che prende qualche ora di permesso dal lavoro per potermi sostenere diversi chilometri, o quella di Maurizio che nonostante i medici gli abbiano consigliato di non correre, è venuto tutti i giorni ad incitarmi e oggi ha corso anche tre giri sotto la pioggia.
E poi Cristina Borra, prima donna ad entrare nel Guinness World Records per aver corso 13 maratone in altrettanti giorni consecutivi, mia “sorella” di record, anche lei da tempo a digiuno di chilometri ma che tuttavia ha modificato la sua agenda di avvocato per esserci e trascinarmi negli ultimi quattro giri.
Ma la palma della storia più bella di giornata è senza dubbio quella del giovane Antonio, un giovane siciliano, in città per laurearsi in ingegneria, uno che al massimo corre due volte alla settimana, uno che in vita sua non aveva mai superato gli 11 Km, ma che a forza di “pillole di Enzo”, alla fine ha concluso felice 18 Km, andando via dandoci appuntamento per domani, che è quello che ora faccio anch’io.

Io ci sarò e Antonio?