NEWS: 59 alla terza – Quota 50!

Quota 50!
Dal 14 settembre al 2 novembre: 50 ultramaratone, una al giorno!
Vale a dire due mesi alle spalle (settembre ed ottobre) e contatore che viaggia ormai a unità: – 9.
Resta comunque una scommessa ancora difficile da incassare. Dopo aver dovuto combattere lo scetticismo, adesso e l’ora di fare i conti con quanti pensano che la strada che resta possa essere una passeggiata, ma non è così”.

Ha le idee chiare Enzo Caporaso, che nonostante l’avvicinarsi del traguardo fissato a 59 non si lascia andare a facili entusiasmi e rimane ben saldo con i piedi per terra.
Restano da percorrere ancora 398 Km dei 2608 previsti da 59 alla terza, e anche se per Enzo, che ricordiamo vanta al suo attivo già due Guinness World Records di corsa estrema, verrebbe da dire “solo”, la prudenza è d’obbligo!
Se tutto continuerà ad andare per il meglio, il prossimo affascinante appuntamento per Enzo saranno le strade della Maratona di Torino, che ospiteranno prova 52 della sua sfida.

Tornare sulle strade della maratona della mia città mi entusiasma, molto per il fascino del percorso che adoro e molto perché, se arriverò in fondo, lo farò valicando un confine in terre per me inesplorate, visto che 10 anni fa, mi ero fermato a 51
Per quanti si fossero persi la corsa di Enzo tra i viali del parco Ruffini, appuntamento dunque domenica 4 novembre sulle strade della Maratona di Torino, dove Enzo partirà 11 minuti prima dello “start” ufficiale, in modo da poter percorrere 2.009 metri in più, misurati Fidal, prima di ricongiungersi al gruppo dei maratoneti, che nel frattempo avranno liberato la partenza e arrivare con loro a traguardo di Piazza Castello.
Superato questo ostacolo, Enzo comincerà lunedì 5 l’ultima settimana della sua folle sfida, anche se lui ci tiene a precisare: “L’aggettivo che ho dovuto più incassare dall’annuncio di 59 alla terza, è stato senza dubbio “pazzo”. In realtà non credo di esserlo affatto, non fosse altro perché grazie a questa dimostrazione di come “volere è potere” ho potuto finalmente lanciare un innovativo programma di formazione del personale, un percorso motivazionale teso a fare correre una maratona a dipendenti particolarmente indolenti, già proposto a diverse aziende con un successo oltre ogni più rosea aspettativa. Il progetto si chiama Mens sana in corpore sano: il nome non sarà originale, ma è certo efficace”.
Non smette dunque di stupire Enzo Caporaso, un uomo che – è proprio il caso di dirlo! – una ne fa e 100 ne pensa…