La parola d’ordine che abbiamo scelto per questa VIII edizione della 100 Km delle Alpi è: sicurezza.
La prima prova di questa volontà è stata la decisione di cambiare il percorso del tratto finale, mettendo così al riparo i partecipanti dal passaggio sulla trafficata statale 26, a favore di strade secondarie, che tuttavia lasciano intatto il piacere di attraversare comuni ricchi di storia e arte.
A tutti i partecipanti verrà consegnata col pacco gara oltre l’esclusiva maglia tecnica, una potente luce a led, personalizzata con il logo della 100 Km delle Alpi, da portare con se nelle fasi notturne e che diventerà un utile portachiavi da conservare come ricordo dei vostri 100 Km di emozioni.
E poi ancora, la sicurezza di ricevere una volta al traguardo una medaglia unica, intarsiate ad una ad una con legno 100% naturale, il che garantisce ad ogni singolo pezzo unicità.
La sicurezza di trovare la traguardo un’accoglienza straordinaria, quella offerta dalla gente di Foglizzo, un’accoglienza collaudata da 45 anni nella 4 Giorni Internazionale di Foglizzo, kermesse podistica che ogni anno consente di poter correre un maratona al giorno per quattro giorni consecutivi.
Un ricco pasta party finale che attende ogni finisher, da consumare nel cortile di un castello e con adiacente accoglienti spogliatoi dove potersi godere una doccia calda e un meritato massaggio, prima di potersi riposare comodamente nella apposita zona notte allestita, saranno il giusto premio per la fatica dei partecipanti.
Per quanto riguarda il percorso fino a Lessolo resta tutto uguale come gli anni scorsi, quando poi si arriva sulla strada dopo Calea, dove prima svoltavamo per Tavagnasco, si torna invece indietro in direzione Ivrea: Fiorano Salerano Pavone, Candia, Caluso Foglizzo.
Dunque ci sarà solo la salita al 50° (618 m) e poi molto piano fino al traguardo. Appena il percorso sarà definito e misurato Fidal, pubblicheremo dettagli e altimetria.

Vi aspettiamo, buona estate.