Nonostante il trascorre degli anni sento ancora il desiderio di mettermi in gioco ed ecco dunque nascere il progetto 59 alla terza”.
Con queste parole questa mattina nella Sala Musy del Comune di Torino, alla conferenza stampa di presentazione della sua prossima sfida ed alla presenza dell’Assessore allo Sport della città di Torino, Roberto Finardi, del decano dei giornalisti sportivi italiani, Gianpaolo Ormezzano, e del Presidente del Club Super Marathon Italia, Paolo Gino, Enzo Caporaso ha svelato i dettagli del suo nuovo assalto ad un Guinness Word Record, che prenderà il via esattamente tra 59 giorni, con l’evento “59 alla terza”.

Dopo aver coronato con successo la rincorsa al record di maratone consecutive (51/2008), di cui è tuttora detentore, e quello del maggior numero di ultramaratone corse in giorni consecutivi (7 gare da 100 Km/2010), Caporaso è pronto a questa nuova impresa che potrebbe garantirgli il terzo Guinness World Record.
La scelta del nome dell’evento, però, non è stata dettata da questa possibilità.
Spiega Caporaso: “Sono nato nel ’59, dunque a luglio compirò 59 anni, ed allora mi son detto: perché non provare a correre 59 maratone di fila?
Sono molte le novità che arricchiranno il tentativo. Per cominciare le 59 maratone verranno corse metà a Torino, sul collaudato anello del Parco Ruffini, già teatro di altri record, e metà a Milano.
Si partirà il 7 settembre per concludere – se tutto andrà bene – il 4 novembre.
Come di consuetudine per questo tipo di performance tutte le gare, che godranno di approvazione Fidal, saranno corse su un circuito misurato e omologato. Teatro delle prove torinesi il circuito del Parco Ruffini, realizzato nel 2008 in occasione del primo record di Enzo.
Già siglato da tempo l’agreement con il Guinness World Record, inizia ora la corsa contro il tempo per mettere a punto la complessa macchina organizzativa che si avvierà a breve, essendo infatti in programma un evento collaterale di avvicinamento, vale a dire RUN TO MI, una gara in due tappe, che si terranno la prima a Torino (Parco Ruffini, partenza ore 19, ingresso carraio Stadio Primo Nebiolo) già giovedì 12 luglio e l’altra a Milano il 29 luglio, giorno del 59° compleanno di Caporaso, con partenza alle ore 9 in uno dei parchi cittadini.
59 alla terza si propone anche di sostenere due affascinanti progetti.
(1) La realizzazione di una App in grado di tacciare un “Ring Target Marathon”, in un qualsiasi parco del mondo, che possa fungere da stimolo per realizzarne successivamente una tracciatura effettiva.
Il progetto prevede che i primi 100 tracciati saranno forniti gratuitamente, successivamente ogni utente potrà richiedere la tracciatura di un qualsiasi parco pagando una quota risibile.
(2) Un progetto charity, denominato “Scuola Maratona“, da attuare attraverso una raccolta di fondi promossa tra le organizzazioni di eventi, che saranno invitate a devolvere parte dei ricavati dalle iscrizioni al progetto. Il primo aderente al progetto sarà il team di Enzo Caporaso, Giro Italia Run.
Sebbene non ancora ufficialmente avviato, ci sono già società che hanno deciso di destinare parte del ricavato raccolto in organizzazioni di eventi di loro produzione, al progetto Scuola Maratona. Non appena individuata l’area geografica in cui sorgerà “Scuola Maratona”, sarà possibile fissare un costo al mq. Questo dato sarà molto importante poiché ci darà l’opportunità di realizzare delle speciali stelle (una pero ogni mq), che andranno ad adornare una parete dell’edificio in una sorta di “Wall of fame” dedicata ai donatori.

Il bilancio di Scuola Maratona sarà pubblico, mentre è già pubblicato, in una sezione apposita del sito, il progetto per edificare una Scuola, che verrà costruita in un’area geografica del Mondo in cui ve ne sia un’effettiva necessità e la cui ubicazione è oggetto di valutazione in collaborazione con la realtà Salesiana.


Così i relatori, questa mattina:
Assessore Finardi: “Siamo molto contenti di poter sostenere questa nuova follia di Enzo, un vero esempio di come volere è potere” (Da ricordare che Enzo Caporaso, durante i festeggiamenti di San Giovanni del 2010, fu inserito tra le eccellenze dello sport cittadino, nda).

Paolo Gino: “Come Club Super Marathon Italia, non potevamo non sostenere la sfida di Enzo, che ha già creato molto interesse tra i membri del nostro sodalizio, tutta gente che ha corso dalle 50 maratone in su. Credo di essere tra quelli che meglio possono comprendere l’impegno assunto da Enzo, avendo io stesso corso nel 2010, 27 maratone consecutive”.

Gianpaolo Ormezzano: “Enzo è un mio amico e io lo seguirò con affetto in questa nuova impresa, sia con l’occhio del giornalista che con quello del maratoneta avendo a mia volta corso due maratone, New York e Torino dove riuscii a giungere penultimo, ma ritirando comunque il premio destinato all’ultimo classificato che penso fosse morto appena attraversato il traguardo. Con la sua applicazione Enzo sdogana di fatto la fatica di una maratona, avvicinandola ad un numero sempre maggiore di aspiranti maratoneti”.

Tutte le informazioni, aggiornamento, contenuti su 59 alla terza sul sito e sulla pagina facebook.